Come operiamo

Richiesta risarcimento malasanità

Accertata la responsabilità medica ci confronteremo con te, unica e vera partelesa , spiegandoti le
motivazioni che hanno reso la pratica risarcibile. Successivamente invieremo una comunicazione di
messa in mora all’ Ente ospedaliero e/o al personale medico coinvolto. Fatto ciò attiveremo i
contatti con la controparte documentando e comprovando la responsabilità medica. L’ ente
ospedaliero coinvolto ci indicherà gli estremi della propria compagnia assicurativa, se presente,
oppure i contatti del proprio ufficio legale, che a loro volta daranno mandato ad un loro medico
legale di fiducia di sottoporre a visita la parte lesa, momento in cui sarai affiancato da uno dei ns
professionisti. In caso di valutazione positiva della controparte, attiveremo la trattativa economica al
fine di raggiungere un accordo bonario. Le trattative economiche raggiunte con le controparti, una
volta ritenute eque e ragionevoli, ti verranno sottoposte dettagliatamente. In tale fase ti forniremo tutte le informazioni ed i consigli utili a comprendere ogni voce del danno riconosciuto e la loro relativa quantificazione economica.

Nel caso in cui riterremo insoddisfacente la proposta economica di risarcimento o nel caso in cui la
controparte dovesse negare qualsiasi accordo economico, valuteremo se consigliarti o meno quanto segue:

1. Mediazione civile: ossia uno strumento messo a punto dal legislatore per evitare l’accumulo di
nuove cause nel sistema giustizia, proponendo così una via più veloce e semplice per trovare un
accordo tra le parti in cui il mediatore è un terzo e imparziale ed aiuta le parti a trovare un accordo
amichevole senza però produrre decisioni vincolanti tra struttura ospedaliera e la parte lesa.
2. Accertamento tecnico preventivo (ATP) : un secondo strumento che il legislatore offre, nel
caso si verifichino delle condizioni di urgenza, quali esempio la necessità di provvedere al ripristino
dello stato di salute della parte lesa, eliminando situazioni anche di pericolo. In questo caso il
giudice si avvarrà di tecnici da lui nominati con il fine di provare preventivamente la fondatezza
della nostra richiesta e con esito positivo nella maggior parte delle casistiche la struttura ospedaliera per non soccombere si accorderà sul risarcimento.

Nel caso che MEDIAZIONE e/o ATP non dessero i risultati Opportunità Risarcimento con il suo
team di avvocati, ti seguirà passo per passo nella decisione di affrontare una causa.